Calcolare la data del parto

Per calcolare la data del parto, bisogna conoscere la data delle ultime mestruazioni e la durata del ciclo mensile di ogni donna. Questo permette di determinare l’inizio della gravidanza, che corrisponde alla data d’ovulazione.

Calcolare la data del parto a partire dalla data d’ovulazione

Il ciclo mestruale della donna dev'essere conosciuto, perché il periodo d’

ovulazione

dipende dalla durata del ciclo. La data d'ovulazione si calcola a partire dalle mestruazioni che devono arrivare, e non da quelle passate, e ha luogo 14 giorni prima delle mestruazioni successive. Per esempio, per un ciclo di 28 giorni la data di ovulazione è il quattordicesimo giorno del ciclo; per un ciclo di 35 giorni, è il ventunesimo giorno dopo il primo giorno di mestruazioni. L’inizio della gravidanza si calcola con un margine di 2/3 giorni prima e dopo la data trovata, in funzione della durata di vita di un ovulo e di uno

spermatozoo

.

Calcolare la data del parto a partire dalle ultime mestruazioni

Per conoscere la data del parto a partire dalla data del primo giorno delle ultime mestruazioni, bisogna contare 41 settimane e mezzo di

amenorrea

. Ma il termine della gravidanza si calcola a partire dalla data presunta dell’ovulazione, che è più precisa rispetto a quello delle ultime mestruazioni. In questo caso, bisogna contare 39 settimane a partire dalla terza settimana di amenorrea.

Calcolare la data del parto in mesi

Per quelle che calcolano in mesi piuttosto che in settimane, occorre partire dalla data del primo giorno delle ultime mestruazioni e aggiungere il numero di giorni che le separano dall’ovulazione. Senza dimenticare, ovviamente, di aggiungere in seguito i nove mesi di gravidanza.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.