Il biglietto di nascita: una tradizione venuta da lontano.. È usanza diffusa inviare un biglietto di nascita all’arrivo del bebè. I biglietti di oggi, con tanto di foto, testo divertente e colori vivaci non sono sempre esistiti. Questa tradizione si è evoluta nel corso degli anni e risale a tanto tempo fa..   All’origine, non erano i genitori a scegliere il nome del bambino, bensì il padrino e la madrina. La tradizione voleva che questi divulgassero il nome soltanto il giorno del battesimo. Nel frattempo, i genitori nelle famiglie agiate presentavano ai familiari bigliettini di nascita indicanti il sesso del bambino. Ecco dunque i primi biglietti di nascita.  

La nascita dei biglietti

Con l’evolversi della tradizione, i genitori si misero a scegliere loro stessi il nome del loro bambino. Il biglietto di nascita è diventato un cartoncino con il nome, appeso sulla culla con un nastrino rosa per le femmine e azzurro per i maschi. A quest’epoca, il biglietto era semplicemente costituito da un testo: niente foto, niente illustrazioni.  

Il biglietto di nascita oggi

Soltanto nel XX secolo il biglietto illustrato fa la sua apparizione. Ornato da un ritratto del bebè, il biglietto conteneva alcuni spazi da riempire il giorno della nascita, come oggi! Ai giorni nostri, inviato nel mese successivo alla nascita del piccolo, il biglietto serve ad annunciare l’arrivo del bebè, spesso con il supporto di una foto. La foto ha sostituito il ritratto, ed il formato digitale sta soppiantando quello stampato. Non è più cosa rara ricevere un e-mail di nascita o un mms! Alcuni faranno le cose in grande, inviando un mazzo di fiori accompagnato da una bottiglia da stappare per la grande occasione! Una vera idea di regalo di battesimo o di nascita! Flora Queen (http://fiori.floraqueen.com) si incarica di creare il regalo di vostra scelta. Ma i più classici preferiranno il biglietto di carta, vera prova scritta della storia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.