La scelta del nome: 5 consigli da tenere a mente Ci sono molte responsabilità che un uomo e una donna devono affrontare prima e dopo la nascita di un figlio, ma ce n’è una in particolare dalla quale nessun genitore può sottrarsi: la scelta del nome. Vi immaginate questo momento come uno dei più gioiosi e divertenti della vostra gravidanza? Scordatevelo! Per aiutarvi in questa difficile e stressante scelta, abbiamo pensato di condividere con voi 5 consigli utili da tenere a mente per non trasformare questo momento in un vero disastro! Esistono moltissimi nomi tra i quali potete scegliere quello più adatto al vostro bebè: quelli più classici, quelli esotici e originali, i nomi stranieri o quelli tipicamente italiani. Alcune di voi avranno sicuramente, fin da quando erano ragazzine, alcuni nomi in mente; altre cominceranno la ricerca solo verso la fine della gravidanza. Ma state sicure che tutte voi, almeno una volta, vi chiederete: “E se dovessi pentirmi della mia scelta?”

Ci sarà un momento in cui avrete l’impressione che il mondo intero non aspetti altro che sapere quale nome avrete scelto per il vostro bambino. Le grandi questioni mondiali come la pace e la fame nel mondo passeranno improvvisamente in secondo piano per lasciare spazio a voi e alla vostra decisione. Sull’autobus, in comune, in ufficio e al telegiornale non suonerà altro che una semplice eppure terrificante domanda: “Come avete deciso di chiamarlo?” E oltre alle nausee, al mal di schiena e a una terribile voglia di divorare qualunque cosa vi capiti sotto il naso, dovrete anche sopportare il pesante sguardo di delusione che si dipingerà sul volto del vostro occasionale interlocutore quando gli direte: “mah… veramente… non ci abbiamo ancora pensato, non ne siamo sicuri”.

Non possiamo dirvi come fare la scelta migliore, o darvi qualche consiglio per riuscire a trovare il nome giusto in dieci semplici mosse, ma possiamo dirvi cosa NON fare. L’esperienza di molte donne che hanno già affrontato questa difficile fase della loro vita ci ha aiutato a stilare per voi una lista di 5 consigli da tenere a mente per non pentirvi amaramente della vostra scelta.

1. Il nome di vostro figlio sarà la parola che pronuncerete più spesso a partire dal momento della sua nascita. Ma non scordatevi che dovrà pronunciarlo anche lui. E soprattutto, prima o poi, dovrà imparare a scriverlo. Provate a pronunciare il nome che avete scelto come lo farebbe il vostro bambino. Ecco, ora avrete capito che nomi come “Eustorgio” andrebbero evitati.

2. Evitate di dargli un nome che ricordi un personaggio storico che non viene ricordato per imprese, diciamo, “gloriose”. Ricordatevi che per quanto scalmanato e pieno di energie possa essere vostro figlio, rimane comunque un’adorabile creatura indifesa.

3. Cercate di pensare sempre al cognome che porterà: lasciate perdere i nomi che fanno rima con il cognome. Potrebbe farvi sorridere le prime volte che ci pensate, ma rischia di trasformare l’appello a scuola in un momento di grande imbarazzo. Sentire ripetere ogni mattina, per 13 anni, “Clemente Laurente, presente”, metterebbe a dura prova chiunque.

4. Per la serie “A ogni nome corrisponde un cognome”, un altro piccolo ma fondamentale consiglio: state lontane dai nomi che se accostati al cognome formano una frase. Lo diciamo a nome di tutti i Guido Dirado, Santa Pazienza e Dolores Intenso.

5. Avrete sempre tempo per creare tensioni nella vostra famiglia al momento della scelta della scuola, dello sport e dei regali di natale. Cercate dunque, per quanto potete, di non omaggiare uno dei nonni scegliendo il suo nome: scatenerebbe inevitabili lotte e rivolte al nome di “ perché lui/lei e non io?”. Se accidentalmente il nome di uno dei nonni vi piace molto, abbiamo un consiglio per voi. Tenetelo segreto fino al momento della nascita. La gioia di tenere finalmente il nipotino tra le braccia aiuterà a superare qualunque gelosia!

Se siete ancora in alto mare per la vostra scelta, consultate la nostra rubrica “I miei nomi”, troverete tante idee per tutti i gusti!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.