Test di gravidanza: come utilizzarli correttamente

I segni ci sono: seno gonfio e doloroso, nausee, ritardo delle mestruazioni... é arrivato il momento di fare un test di gravidanza per essere totalmente sicure. Ma quale test scegliere e come utilizzarlo?

Un bebè, lo sognate da molto tempo. E finalmente i sintomi vi confermano poco a poco il vostro desiderio. Per non sbagliarvi, decidete di fare un test di gravidanza. In farmacia troverete una moltitudine di test delle urine che reagiscono alla presenza del Beta HCG, (ormone cronico gonadotropo, specifico delle donne incinte), l’ormone rivelatore di una gravidanza. Attenzione! I prezzi variano: sta a voi scegliere tra la concorrenza!

I test di gravidanza sono affidabili al 99 % o 100 %

Per un risultato migliore, è importante fare il test di gravidanza nel momento opportuno. Il periodo compreso tra i tre e i dieci giorni successivi alla data presunta dell’arrivo delle mestruazioni è quello più indicato per un test delle urine. Anche se potete effettuarlo a qualsiasi ora della giornata, il risultato è più affidabile a inizio mattina, poiché a quest’ora, l’urina è più concentrata. Il tasso di Beta hCG è più elevato, e il risultato è più sicuro. Basta depositare qualche goccia di urina sul vostro test di gravidanza. Dopo pochi minuti di attesa, il risultato appare. Il verdetto prende forma diverse a seconda dei test: una piccola croce, un cambio di colore... Da qui la necessità di leggere bene le istruzioni prima di cominciare! La risposta sarà affidabile al 99%. Ma può succedere che il risultato sia erroneamente negativo. Per essere sicure, potete ricominciare il test dopo qualche giorno, anche se la soluzione incontestabile resta l’esame del sangue.

La cosa più semplice da fare è prendere un appuntamento dal medico curante, in modo che possa prescrivervi un esame del sangue da effettuare in laboratorio. Anche in questo caso, sarà la presenza dell’hCG che determinerà l’esistenza di una gravidanza. È senza dubbio il test più efficace ed affidabile: 100% di risposte esatte! Potete anche confermare la vostra gravidanza con un’ecografia. Ma l’embrione sarà visibile solamente a partire dalla settimana di amenorrea. L’aspetto del collo e la consistenza dell’utero sono rivelatori di una eventuale gravidanza. Ma è solo alla fine di un mese di gravidanza che il volume dell' utero aumenterà, per mostrare chiaramente la presenza di un embrione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.