I tuoi diritti durante la gravidanza

Durante la gravidanza, la legge gioca in tuo favore, tutela il tuo impiego e si preoccupa delle tue condizioni di lavoro.

Lavoro: i diritti della donna incinta

Se sei Incinta e ti candidi ad un impiego, non sei tenuta a rivelare il tuo stato al tuo eventuale futuro datore di lavoro, che tra l’altro non ha diritto di chiedertelo. Un datore di lavoro non può rifiutare di assumerti, né licenziarti, né rompere il contratto nel corso del periodo di prova, con l’unico motivo della gravidanza. Dal canto tuo, puoi dare le dimissioni senza essere obbligata a rispettare il periodo di preavviso, puoi chiedere un cambiamento delle mansioni se il tuo stato lo giustifica, o assentarti per effettuare le visite prenatali obbligatorie (queste assenze sono remunerate). In alcuni casi sono possibili modifiche dell’orario di lavoro. In Italia, attualmente, il congedo maternità è di cinque mesi con l'80% dello stipendio. La durata del congedo può essere aumentata a seconda del numero di figli, in caso di gravidanza a rischio o multipla… Al ritorno dal tuo congedo hai diritto a ritrovare il tuo impiego nelle stesse condizioni antecedenti la maternità.


 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.