La donna incinta al sole

L’estate sta iniziando e hai un’unico desiderio: ritrovare quel colorito ambrato, dalla testa ai piedi, che avevi perso completamente durante l’inverno. La “novità” è che sei incinta e che la protezione contro i raggi del sole è doppiamente importante.

Qualunque sia il metodo che utilizzerai, una volta incinta, per abbronzarti, devi fare attenzione a non essere impaziente. Le donne incinte, infatti, hanno una pelle ancora più fragile. Se desideri esporti un po’ al sole, è necessario preparare bene il terreno!

La preparazione della donna incinta prima dell’esposizione al sole

E proibito prendere pillole abbronzanti, dovrai accontentarti di mangiare alimenti ricchi di beta carotene ma senza eccesso. Sono da evitare anche le lampade UV intense. Per quelle che desiderano farle comunque, il numero di sedute durante l’anno deve essere limitato per evitare di esporre troppo il viso. Altrimenti, rischiano la famosa "maschera gravidica". Se fai trattamenti in un istituto di bellezza, questi ti permetteranno di preparare il tuo viso e il tuo corpo a sopportare meglio il sole.

Gli autoabbronzanti, un’alternativa per abbronzarsi incinta


Se non sei tipo da sdraiarti in spiaggia, stendendo il tuo telo su 2 m² di superficie,
soprattutto da quando con il tuo pancione occupi ancora più spazio! Insomma, non ti va di fare la lucertola, ma vorresti ad ogni modo mostrare la tua tintarella. La soluzione: bara con gli autoabbronzanti. Sappi che non hanno effetti sul bebè, ma non proteggono nemmeno dai raggi UV. Prima di ogni applicazione, è consigliabile fare un peeling esfoliante. Sulla pelle asciutta potrai così stendere la crema autoabbronzante.

Attenzione alla maschera della gravidanza

Le future mamme refrattarie ai consigli e impazienti di ritrovare un colorito ambrato, potrebbero avere brutte sorprese... Che siate bionde, brune o rosse, siete tutte sulla stessa barca: la maschera della gravidanza, anche chiamata cloasma, è in agguato. Queste piccole macchie marroni che appaiono sul vostro viso potrebbero spaventarvi, ma state tranquille, se ne andranno nei sei mesi seguenti al parto. Se dovessero persistere, dovrete fare una visita dal dermatologo. Vedete voi! Sul vostro ventre, infine, la linea scura che vedrete disegnarsi discretamente durante tutto il corso della gravidanza, può virare al marrone scuro se la incontrano i raggi del sole. L’ideale è dunque non addormentarsi sotto il sole tra mezzogiorno e le sedici, mettere un cappello, cospargersi di crema solare con un indice di protezione elevato e, soprattutto, idratarsi molto regolarmente, dipende solo da voi. Proteggetevi! Sarà questa l’ultima parola, per lasciarvi accarezzare dalle carezze del sole in tutta serenità.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.