Vaccini in gravidanza: prudenza s’impone!!

La vaccinazione non è obbligatoria durante la gravidanza. Alcune situazioni possono, ciononostante, richiederla. Ad ogni modo, prima di farsi vaccinare, è meglio chiedere consiglio al medico per sapere se esistono rischi legati alla gravidanza.

A cosa servono i vaccini?
I vaccini hanno lo scopo di immunizzarvi contro alcune malattie e dunque di garantirvi una salute migliore.  Per proteggere il vostro bambino e voi stesse, i vaccini possono essere necessari in alcune circostanze particolari. Ma dovete innanzitutto assicurarvi che siano inoffensivi per il vostro bambino. Da qui l’interesse di conoscere ogni vaccino e i possibili effetti secondari. La cosa migliore al fine di evitare dubbi ed eventuali complicazioni, è verificare di aver aggiornato i vaccini obbligatori. Siccome alcuni vaccini possono avere delle conseguenze sulla gravidanza, è preferibile che siano somministrati durante l’infanzia o minimo due mesi prima di programmare una gravidanza. Ne esistono comunque alcuni senza rischio per il bebè.

I vaccini da evitare durante la gravidanza
Nella categoria dei vaccini detti “attivi”, si trovamo quelli contro la rosolia, il morbillo, gli orecchioni, la varicella e la febbre gialla. Il vaccino antipoliomelitico non è senza pericolo. Se constatate di non essere immuni contro una di queste malattie, è importante che vi facciate vaccinare in seguito alla nascita del vostro bambino. La vaccinazione è invece senza pericolo durante l’allattamento. Ciononostante, non tutti i vaccini sono obbligatori. Per esemio, il vaccino contro la febbre gialla è richiesto soltanto se viaggiate in alcuni Paesi esposti al rischio. Aspettare la fine della gravidanza resta la soluzione più saggia. Benché certi vaccini, fatti di batteri già morti, siano senza pericolo diretto per il vostro bambino, alcuni di essi possono essere mal sopportati e favorire gli aborti spontanei: è il caso, per esempio, del vaccino contro la pertosse o la difterite. Per evitare qualsiasi problema, è meglio fare una visita dal  medico al fine di sapere precisamente contro quali malattie siete immuni. Come regola generale, i vaccini possono diventare indispensabili soltanto in caso di un viaggio nelle zone a rischio. 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.