L’anemia L’anemia durante la gravidanza è molto frequente. Per evitarla dovete nutrirvi correttamente, perché il vostro corpo ha bisogno di un apporto di energia maggiore per aiutare il vostro bambino a crescere. Se il vostro organismo è indebolito, il vostro stato di salute rischia di degradarsi generando la cosiddetta anemia. Fate attenzione e soprattutto mangiate alimenti ricchi di ferro.  

Anemia e gravidanza

Siete incinta e soffrite di anemia. Questa situazione è causata da un basso tasso di emoglobina nel sangue, e significa che avete una carenza di ferro. Il vostro organismo indebolito rischia di soffrire la mancanza di risorse e di ossigeno. Di solito non ci sono veri e propri sintomi che manifestano la presenza dell’anemia. Esistono piccoli segni impercettibili, ma senza un esame del sangue è impossibile per un medico fare una diagnosi esatta.  

Sintomi della mancanza di ferro

I segni rivelatori dell’anemia in gravidanza sono: viso pallido, sensazione di fatica improvvisa e frequente unita alla nausea. Questi sintomi si presentano soprattutto quando vi manca del ferro nel sangue. Ne soffrono in generale le donne vegetariane e quelle che consumano molto tè o caffè. Il vostro bambino cresce dentro di voi e si nutre di quello che mangiate, ha bisogno di ferro e di acido folico per creare il suo capitale di emoglobina. Non basta mangiare molto, bisogna mangiare intelligentemente per poter trarre il massimo apporto nutritivo dagli alimenti.  

Come evitare l’anemia?

Se volete assicurarvi di non avere carenze di globuli rossi e bianchi, mangiate una quantità sufficiente di alimenti ricchi di ferro. La carne rossa, la frutta secca, le verdure verdi, i famosi spinaci di Braccio di Ferro o i fagioli sono tutti ottimi esempi. Anche Il cioccolato fondente contiene ferro... per la più grande gioia di alcune di voi! Pensate anche ad idratarvi e a riposarvi. Non mancate agli appuntamenti col vostro medico, che vi darà dei suggerimenti e, in caso di bisogno, vi prescriverà vitamine e integratori di ferro. In genere le carenze cominciano a farsi sentire all’inizio del terzo trimestre di gravidanza, quando il vostro bambino ha maggiormente bisogno di ferro. Dovete arricchire il vostro capitale di piastrine, globuli rossi e bianchi, perché al momento del parto perderete del sangue. Ultimo consiglio: diminuite il consumo di tè e caffè. La teina e la caffeina impediscono l’assimilazione nell’organismo del ferro e dell’acido folico presenti negli alimenti. Non dimenticate di porre tutte le domande che volete al vostro medico. Sarà il vostro migliore amico durante tutta la gravidanza.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.