L’igiene intima dopo il parto

Dopo aver partorito, bisogna attentamente prendersi cura della propria igiene intima. Nell’attesa di poterti fare un bagno vero, le piccole toilettes sono veramente indispensabili.

Come mantenere la tua igiene intima dopo il parto?

La cura che porti alla tua igiene intima dopo il parto è molto importante. Che sia stata praticata un’episiotomia oppure no, la tua vagina e il tuo perineo sono stati un po’ “malmenati” durante il travaglio. A causa di questa sensibilità, dovrai dedicare una cura particolare e quotidiana. Per quanto riguarda l’igiene intima, è importante optare per un prodotto che non aggredisca la pelle, un prodotto o sapone a PH neutro, per esempio. È meglio procurarselo prima di recarsi alla maternità e soprattutto non dimenticarsi di metterlo in valigia. È altrettanto importante sapere che non è necessario sfregarsi, ma pulirsi bene e varie volte nel corso della giornata. Soprattutto, ricordati di asciugarti bene.

Prima toilette intima dopo il parto

La prima toilette dopo un parto può spesso suscitare numerosi interrogativi. Tuttavia, non devi avere alcuna apprensione. È meglio che te ne occupi personalmente,  in quanto conosci la tua sensibilità in tema di dolore, soprattutto se ti è stata praticata un’episiotomia. Dopo esserti risciacquata, di preferenza con acqua tiepida, asciugati bene per evitare le infezioni. Puoi tamponare con una salvietta di spugna, della carta igienica o ricorrere all’asciugacapelli. È importante prestare molta attenzione a non bruciarsi se si opta per l’asciugacapelli. È meglio tenerlo abbastanza lontano e non utilizzarlo troppo a lungo, perché esiste il rischio che la pelle si secchi o che la cicatrice si indurisca. Il tuo obiettivo è quello di essere pulita e a tuo agio una volta arrivato il bebè. Un’igiene intima rigorosa è sinonimo di benessere e di serenità!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.